Home / Comunicati Stampa / Analisi elettorale: il Sole 24 ore cita oggi (a sproposito) Patrizia Cadau

Analisi elettorale: il Sole 24 ore cita oggi (a sproposito) Patrizia Cadau

Oggi un autorevole giornalista, di un prestigioso quotidiano nazionale, Il Sole 24Ore, mi cita , anche se a sproposito, all’interno di una sua analisi al voto delle elezioni politiche di domenica. (Incredibile ma di tutti i comuni, cita proprio me e Oristano). Gli ho risposto così:

Gentile Riccardo, ho letto il suo articolo odierno e almeno un passaggio non mi trova d’accordo.

Buona regola di ogni analisi elettorale è quella che il confronto cronologico di dati elettorali vada sempre fatto con elezioni analoghe e non con elezioni differenti: comunali con comunali, politiche con politiche ecc.
Affermare oggi come lei ha fatto che per Oristano la presa pentastellata poteva avvenire prima è, nella migliore delle ipotesi, un azzardo.
Di regola il voto alle elezioni comunali risulta essere, nella maggior parte delle volte per il M5S inferiore a quello registrato a quello delle elezioni politiche nazionale. Il controllo di notabili e di candidati locali è generalmente “punitivo” nelle elezioni comunali, rispetto a quelle politiche. In queste ultime infatti e anche in quelle del 2018 l’espressione del voto è stata slegata dai candidati, ma è considerata più libera.
Il voto alle politiche è considerato sempre più “libero” rispetto alle comunali.

Lei scrive“La presa pentastellata di una zona ad alto disagio sociale poteva forse avvenire prima, alle comunali di un anno fa, se Beppe Grillo non avesse sbagliato candidata: la scrittrice e psicopedagogista Patrizia Cadau esordì con un post su Facebook in cui Oristano era definita una città mafiosa sotto il controllo di cinque famiglie. Ultima classificata. “

Per dimostrarlo potrei semplicemente far ricorso alla forzosa comparazione dei dati di due comuni capoluogo sardi, oggi 2018 con il M5S al 32 % e 42 %, come Cagliari e Sassari nel 2016 e nel 2014, rispettivamente alle comunali fermi all’ 8.76 % e 11% Dunque se la sua analisi fosse vera anche Cagliari e Sassari avrebbero “sbagliato “ candidato sindaco ?!
Seconda riflessione: il M5S sceglie liberamente i suoi candidati sindaco alle amministrative in base al voto on line dei suoi iscritti, ad Oristano come a Milano. Se di “sbaglio” si può parlare, è quello degli stessi iscritti al M5S.
Terza riflessione: nella tornata del giugno del 2017 il dato di Oristano del 7,2 % è risultato essere davanti a quello di una decina di liste del m5S in altri comuni italiani. Ciò indica le difficoltà avute per il M5S su tutto il territorio nazionale in quella consultazione. Quella tornata ha visto una difficoltà omogenea per il M5S in tutta Italia. E Oristano, che era uno dei pochi comuni che vedeva il Movimento alla sua prima partecipazione storica (alle precedenti comunali non era presente) ha visto raggiungere un 7,2% che è comunque un dato positivo e che ha consentito anche di raggiungere il quoziente per l’elezione di un consigliere comunale.
Quarta riflessione: il dato Oristano, a meno di non cadere in banali errori di lettura distorta, va guardato nel suo complesso. Infatti alle comunali di Oristano il 32% degli elettori quindi un dato davvero rilevante e consistente, hanno scelto due candidati sindaco che si sono presentati fuori sia dal centro sinistra, che dal centro destra e sulle 22 liste presenti alla consultazione di Oristano, il M5S è stata la quarta e non ultima.
Per questo e per i motivi elencati almeno nel passaggio citato trovo la sua analisi superficiale e infondata.
Un caro saluto
Patrizia Cadau

Elezioni Comunali dell’11 giugno 2017. La lista del M5S di Oristano, in una tornata difficile per tutto il Movimento, con il suo 7.18% si piazzò davanti ad altre 12 liste  del M5S, di 12 comuni. che presero una percentuale più bassa arrivando anche sino al 3%.

About Patrizia Cadau

Check Also

S.Quirico: mozione M5S per difendere competenze urbanistiche dei comuni

Apprendo con soddisfazione della revoca della Convenzione con la Solar Power di ieri mattina da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *